Messaggi:
Devi essere Loggato per vedere i tuoi messaggi
Archivi

Parlando della crisi economica, Berlusconi afferma: “Dobbiamo andare in Europa a dire con forza che la Bce deve iniziare a stampare moneta. Cosi’ cambia l’economia. La Bce deve cambiare la propria missione, altrimenti, in caso contrario, dovremmo avere la forza di dire ‘ciao ciao Europa’ o dire alla Germania o alla Francia di uscire loro dalla crisi se non sono d’accordo”.

‘Pazza idea’? Ecco una vecchia barzelletta:

Sotto le mura di un manicomio, sta fermo un automobilista con una ruota della sua auto completamente fuori. Si sono rotti tutti e quattro i bulloni. Disperato continua a guardare il suo veicolo e con la coda dell’occhio intravede che dall’alto del muro di cinta, sta affacciato un tizio che lo guarda e sorride. Si rende conto subito che si tratta di un matto ricoverato. Arrabbiato grida al matto:

” Ma perchè ridi ? non vedi che sono in mezzo ai guai? ”

L’uomo risponde: ” Non dirmi che non riesci a risolvere la cosa !! Vuoi sapere che cosa fare ?”

L’uomo sorpreso :” Dimmi pure” . Pensando che avrebbe ascoltato chissà quale ‘ Pazza Idea ‘!.

Il matto:” Ma dai che è semplice! Svita un bullone per ognuna delle tre  ruote e monta la quarta. Così potrai per lo meno raggiungere il primo meccanico o rivenditore ! ”

Sorpreso l’uomo risponde: ” Ma guarda un pò! E io che credevo che fossi matto !! ”

Il matto risponde: ” Certo che sono matto, non starei qui! Sono matto sì, ma non scemo !! ”

Tornando a quel matto di Berlusconi, certamente ha avuto comportamenti che hanno rasentato la follia. Inutile farne un elenco. Ma ad affermare che la sua idea è folle sono statti in tanti. Leggiamo questo piccolo passo  tratto da Il più grande crimine di Paolo Barnard:

COSELA MONETA.

Oggi la moneta  che circola  è un IO VI DEVO  emesso  dallo Stato per i cittadini.  Letteralmente,  ogni monetina, ogni banconota, ogni titolo di Stato e ogni saldo di conto corrente che teniamo in mano è una promessa dello Stato fatta al cittadino (IO VI DEVO) di corrispondergli  un qualcosa in cambio di quel metallo o di quei pezzi di carta e titoli o della cifra scritta in quel conto corrente. Che cosa lo Stato si impegni a dovere al cittadino è materia di cui tratto fra qualche riga.

Poi: la moneta sovrana è sempre di proprietà dello Stato che la emette, perché lo Stato crea la moneta sovrana  circolante  spendendo  PER  PRIMO,  cioè  è  l’unico  soggetto  esistente  che  ‘monetizza’  PER PRIMO i beni/servizi circolanti acquistandoli, dopo possono farlo anche i cittadini, ma solo una volta che lo Stato ha speso per primo originando la moneta. Nel processo di monetizzazione dei beni/servizi, lo Stato è assistito dalle Banche Centrali (BC), che appunto monetizzano l’atto originario di spesa dello Stato (dettagli nel capitolo COME SPENDONO GLI STATI A MONETA SOVRANA).

Conosciamo  tutti la storiella (falsa) degli antichi che per smettere di scambiarsi  pecore con legna o arance con stoffa o mattoni con ferro, e quindi vivere scariolando masse di beni in giro, decisero di inventarsi la moneta di metallo, che rappresentava il valore dei beni ed era molto più agile da usare. Poi sappiamo che a un certo punto furono inventate le banconote, ancora più efficienti, e che si decise che il denaro in circolazione doveva essere sempre ‘convertibile’ in qualcosa di prezioso e concreto che gli desse un valore: oro, o altre monete importanti.  Fino al 1944 e poi fino al 1971 il cittadino poteva teoricamente portare le sue banconote in banca, o alla BC, e pretendere che in cambio gli dessero un pezzetto  d’oro di valore equivalente.  Questo era un solido sistema per mantenere  sia la quantità di moneta circolante che l’attività delle banche sotto controllo. Infatti tutte le banche dovevano in teoria garantire  di  emettere  tanto  denaro  quanto  oro  possedevano  nei  forzieri,  e  non  di  più.  Ma  questo sistema aveva degli svantaggi  enormi. C’era il perenne rischio del famoso colpo in banca e di veder sparire l’oro. Ma soprattutto in caso di crisi economica, se i cittadini si fossero precipitati in massa in banca per esigere oro al posto delle banconote divenute di poco valore (es. inflazione galoppante), le banche non avrebbero in realtà mai potuto onorare quelle richieste, perché l’oro non era di fatto mai pari alla moneta emessa. Ciò procurava automaticamente il fallimento delle banche e anche degli Stati, cioè quello che oggi si chiama Default. Una catastrofe. Fu così che nel 1944 prima (accordi di Bretton Woods) e definitivamente  nel 1971 (decisione di Nixon) la convertibilità della moneta in oro (il Gold Standard) fu cancellata.

Oggi  le  monete  più  in  uso,  dollari,  sterline,  euro,  yen  ecc.  non  sono  più  ‘convertibli’  in  alcunché. Attenzione, si badi bene che ‘convertibili’  non significa che non si possano cambiare in altre monete per andare in vacanza (es. cambio euro in dollari per andare a New York); significa che il cittadino non può più ottenere da banche e BC né oro né alcun altro bene concreto in cambio delle sue banconote.

Come già accennato in precedenza, le monete degli Stati oggi si distinguono in sovrane e non sovrane. Le sovrane devono essere 1) di proprietà dello Stato che le emette; 2) non convertibili, come spiegato sopra; 3) floating, che significa che le autorità non promettono più di cambiarle a un tasso fisso con altre monete forti (es. anni fa il pesos argentino era convertibile col dollaro in un rapporto fisso di 1 pesos contro 1 dollaro), e lasciano quelle monete ‘fluttuare’ (floating) sui mercati che ne decidono i tassi  di  cambio  di  volta  in  volta.  Il  dollaro,  lo  yen  o  la  sterlina  ad  esempio  sono  sovrane  perché rispettano i tre criteri di cui sopra

La moneta sovrana come dollaro o sterlina è sempre emessa, quindi inventata dal nulla, dallo Stato che la possiede: quello Stato origina la moneta, e i suoi cittadini possono solo usarla, guadagnandola o  prendendola in prestito. L’euro invece non è moneta sovrana perché nessuno Stato europeo ne è il proprietario, ed è invece emesso da un sistema di banche centrali, sempre inventandolo dal nulla. Esso non  è  originato da nessuno degli Stati dell’Unione Europea, quindi l’euro non è né degli Stati né deicittadini, e sia gli Stati che i cittadini possono solo usarlo prendendolo in prestito o guadagnandoselo. Questa   cruciale   differenza   è   anche   all’origine   della   catastrofe   finanziaria   europea,   un   crimine architettato a tavolino anch’esso. Capirete poi.

Tuttavia, in entrambi i casi, la moneta non è mai dei cittadini privati; ribadisco che i privati possono solo usarla, prendendola in prestito o guadagnandola. Va compresa questa cosa perché il pensiero contrario,   e   cioè   che   i   cittadini   o   le   banche   posseggano   il   denaro,   è   fonte   di   innumerevoli incomprensioni ed errori.

Annotate  anche  quanto  segue,  che  spiegherò  meglio  dopo:  poiché  la  moneta  sovrana  è  sempre originata dallo Stato, che se la inventa di sana pianta, quello Stato può darla o sottrarla a piacimento e non  ne  rimarrà  mai  senza.  Non  può  esaurire  la  propria  moneta,  dunque  il  suo  debito  è  un  falso problema (approfondimento più avanti).

Oggi  le  maggiori  monete  non  sono  convertibili  in  oro.  Ok,  ma  allora  che  valore  hanno  in  realtà? Nessuno, è la risposta. E questo anche per altri motivi. La moneta moderna è emessa in varie forme, chiamate  dai tecnici  M1…M2…3…4  ecc.,  ma  tutte  queste  forme  sono  o pezzi  di carta  stampata  che valgono solo il prezzo della carta, o monetine che valgono il misero metallo con cui sono fatte, oppure altri pezzi di carta da nulla (es. titoli di Stato) o ancora impulsi elettronici emessi da banche e BC, cioè aria fritta. Sappiate che oggi oltre l’80%-­‐90%  in media di tutto il denaro circolante  al mondo è solo impulsi elettronici che compaiono sui computer, basta, è nulla di concreto.

Questa analisi tecnica l’ho voluta riportare pari pari per la sua chiarezza. E per la realtà ed esattezza.

Alla luce di tutto questo, possiamo realmente affermare che la ‘Pazza Idea ‘ sia poi tanto pazza ?

O dobbiamo tenere conto della barzelletta iniziale ?






1,058 Visite totali, 1 visite odierne

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Voci da Twitter
giugno: 2012
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930