Messaggi:
Devi essere Loggato per vedere i tuoi messaggi
Archivi
Regalo per gli utenti del sito

Da qui potete scaricare GRATIS

I VANGELI GNOSTICI

Un file eseguibile ( VIRUS FREE)

che vi consente, in tutta autonomia e sicurezza, di leggere i Vangeli Apocrifi. E’ un REGALO del sito.

Vangelignostici.exe Download Vangelignostici.exe

Le dimensioni nello spazio

Nello spazio bastano anche solo 2 dimensioni

Uno dei problemi che i fisici affrontano oggi è che, mentre sono in grado di rappresentare matematicamente una dimensione spaziale, questo è molto diverso dal sapere come viene costruita una dimensione spaziale. Sarebbe come conoscere la matematica e la geometria di una palla e come si comporterebbe e rimbalzerebbe. Possiamo aggiungere più palloni e sapere come rimbalzare l’uno con l’altro. MA, non sappiamo nulla su come la palla è stata prodotta.

Questa apparente mancanza di conoscenza non ha impedito ai fisici teorici di creare la teoria delle stringhe. La teoria delle stringhe postula ogni sorta di dimensioni (le cosiddette dimensioni nascoste) di vari numeri durante lo sviluppo della teoria delle stringhe e tuttavia la teoria non è più una teoria di tutto. Ma davvero … come può la teoria delle stringhe essere mai una teoria di tutto se non può dirci come viene creata una dimensione spaziale?

Il nostro universo ha tre dimensioni spaziali perché quello è il numero massimo di dimensioni che possono essere create dall’organizzazione collettiva del componente costitutivo dello spazio-tempo. La Gerarchia dell’Energia ci dice che prima del Big Bang, i componenti costitutivi dello spaziotempo erano allineati in modo da creare l’universo planare parallelo dove c’erano solo due dimensioni spaziali.

Il big bang rappresenta un collasso del due spaziotempo spaziale dimensionale instabile attraverso un processo di decadimento del vuoto in cui il componente elementare è stato riallineato in un reticolo cubico. Questo reticolo cubico allineava l’energia in una direzione che non esisteva nell’universo planare parallelo.

La teoria della Gerarchia dell’Energia ridefinisce quella che chiamiamo una dimensione come l’allineamento di energia che è indipendente dagli altri allineamenti energetici. Lo spaziotempo è un mezzo energetico in cui l’allineamento del componente elementare consente l’allineamento dell’energia in tre direzioni energetiche indipendenti.

Ma ecco la parte interessante … L’energia delle particelle “nello” spazio-tempo sono anche indipendenti dall’energia dello spaziotempo perché l’energia della luce è l’energia E1 (proporzionale a c ^ 1) mentre l’energia spazio-tempo è energia E0 (proporzionale a c ^ 0). Ciò significa che la luce esiste come una dimensione diversa. L’energia delle particelle che contengono massa rappresenta un’altra dimensione in cui l’energia di massa è indipendente dagli altri livelli di energia. L’energia di massa E2 è proporzionale a c ^ 2.

Non riconosciamo la corretta definizione di dimensioni come allineamenti indipendenti di energia, perché non possiamo mai realizzare l’energia E0 dello spaziotempo. Dopo il big bang, la transizione dallo stato dell’energia E0 allo stato energetico E1 e dallo stato energetico E1 allo stato energetico E0 non è più possibile. Ciò significa che non possiamo apprezzare che lo spazio-tempo abbia energia, non possiamo mai rivelarlo direttamente per via sperimentale.

Questo blocco in transizione tra gli stati di energia E1 ed E0 è molto importante perché se l’energia E1 potrebbe ritornare all’energia dello spazio-tempo, allora tutti i fotoni alla fine perderebbero la loro energia e cesserebbero di esistere. È questa proprietà della gerarchia di energia che fornisce il meccanismo del perché abbiamo la legge della conservazione

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather
Voci da Twitter
Febbraio: 2019
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728