Le piante e le erbe officinali sono sempre state presenti in natura e per le loro proprietà curative sono state studiate ed usate dall’uomo fin dall’antichità, essendo l’unico rimedio efficace contro le malattie.

Venivano lavorate dallo speziale nelle officine (da cui il nome) per produrre oli essenziali, profumi, tisane e prodotti medicamentosi.

Per piante officinali si intendono le piante medicinali, aromatiche e da profumo come stabilito dalla Legge n° 99 del 6 Gennaio 1931. In tempi più recenti l’OMS ha evidenziato come l’espressione “pianta medicinale” comprenda tutti i vegetali che contengano sostanze atte a essere usate a fini terapeutici o comunque curativi.

L’uso moderno di erbe e piante officinali è non solo legato alla salute e benessere di uomini e animali ma è esteso anche alla cucina 

 

Disclaimer:Il Forum contiene voci su argomenti medici, sanitari, o riconducibili a pratiche con scopi terapeutici (pseudoscienza, medicina popolare, ecc.): non sussiste alcuna garanzia che le informazioni riportate siano accurate, corrette, aggiornate o che non contravvengano involontariamente alla legge in vigore in un determinato paese. Inoltre, anche se l’informazione fosse da un punto di vista generale corretta, potrebbe non riferirsi ai sintomi manifestati da parte di chi legge. Ancora: persone diverse che presentino gli stessi sintomi spesso necessitano cure differenti, per via della complessità di alcuni casi clinici.

Le informazioni fornite sul Forum hanno natura generale e sono pubblicate con uno scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il parere di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, veterinari, fisioterapisti, ecc.).

Le nozioni e le eventuali informazioni riguardanti procedure mediche, posologie e/o descrizioni di farmaci o prodotti presenti nelle voci hanno fine unicamente illustrativo e non permettono di acquisire la manualità e l’esperienza indispensabili per il loro uso o la loro pratica. La legge italiana obbliga colui che osservi persone in condizione di rischio di vita a prestare soccorso nei limiti delle proprie capacità; si tenga però presente che manovre errate o inappropriate possono causare lesioni gravi o il decesso, e che di questi esiti infausti risponde chi sia eventualmente intervenuto.

Nessuno dei singoli contributori, operatori di sistema, sviluppatori, sponsor né altre parti connesse al Forum può esser ritenuto responsabile dei risultati o le conseguenze di un qualsiasi utilizzo o tentativo di utilizzo di una qualsiasi delle informazioni pubblicate.

Nulla sul Forum e Blog thesolver.it può essere interpretato come un tentativo di offrire un’opinione medica o in altro modo coinvolto nella pratica della medicina.


Benvenuto Ospite 

Mostra/Nascondi Header

Benvenuto ospite, scrivere in questo forum richiede registrazione.





Pagine: [1]
Autore ArgomentoGuanabana: il frutto che cura il cancro
Master
Amministratore
Posts: 9
Permalink
Invia messaggio
Post Guanabana: il frutto che cura il cancro
il: November 12, 2016, 19:52
Cita:

La guanabana, il frutto dell’annona muricata conosciuto anche come graviola o corossole, è un frutto tropicale poco conosciuto in Italia ma molto usato in altri paesi. Ultime studi sulla guanabana hanno dimostrato le sue proprietà benefiche su una grande varietà di malattie. Combatte cancro, herpes, parassiti e infezioni.

Usato da secoli in Sud America e nel Sud-Est asiatico, corteccia, foglie, radici e polpa della guanabana sono stati impiegati nella cura di malattie cardiache, asma e artriti. La Guanabana è utile anche per trattare disturbi del sonno, influenza e tosse. Di seguito elenchiamo le proprietà benefiche della guanabana:
Guanabana

Lotta in modo sicuro ed efficace contro il cancro, essendo una terapia naturale che non causa nausea, perdita di peso e capelli.
Protegge il sistema immunitario.
Colpisce le cellule maligne in 12 tipi di cancro, fra i quali colon, mammella, prostata, polmoni e pancreas.
Studi hanno dimostrato che la guanabana è fino a 10.000 volte più forte nel rallentare la crescita delle cellule tumorali rispetto alla doxorubicina, un farmaco chemioterapico comunemente usato.
Uccide solo le cellule tumorali, a differenza di altri trattamenti chemioterapici.

Come sfruttare i benefici della guanabana

Per godere dei benefici salutari della guanabana, prova a preparare un tè con le sue foglie. Scegli 2 o 3 foglie di guanabana (le trovi in erboristeria o in alcuni supermercati) e tagliale a pezzetti. Mettili in una tazza e versa un bicchiere di acqua bollente, copri e fai riposare per circa 45 minuti. Filtra e dolcifica con stevia o miele naturale.

“Secondo studi di laboratorio, gli estratti di graviola possono uccidere alcuni tipi di cellule cancerose del fegato e della mammella che hanno una particolare resistenza ai farmaci chemioterapici. Tuttavia, non c’è stato uno studio a larga scala sugli esseri umani. Così non sappiamo ancora se può funzionare o no come trattamento per il cancro.”
“La graviola ha dimostrato effetti anticancro in vitro, ma non è stato effettuato nessuno studio sugli esseri umani. Nonostante la mancanza di questi dati, molti siti web consigliano la graviola ai pazienti malati di cancro basandosi sugli studi tradizionali e in vitro. Bisogna usare molta cautela perché non ci sono prove sulla sua sicurezza e sulla sua efficacia.”
“Sappiamo molto poco sugli effetti della graviola sul corpo umano. Tuttavia, sappiamo che può causare problemi nervosi e sintomi simili al morbo di Parkinson. Così può avere degli effetti collaterali dannosi per alcune persone. Parlatene sempre al vostro medico, prima di prendere ogni tipo di terapia complementare o alternativa.”

Image

Pagine: [1]
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather