Messaggi:
Devi essere Loggato per vedere i tuoi messaggi
Archivi
Accesso al sito
RACCOLTA FONDI

RACCOLTA FONDI
Donare significa
Liberare l’Informazione
Liberare la Cultura




 

La Bibbia dice che ci saranno carestie e peste negli ultimi giorni

È possibile che si stia preparando il palcoscenico per orribili carestie che la Bibbia ci sta mettendo in guardia da quasi 2000 anni? Qualche anno fa, qualsiasi discorso sulle “prossime carestie” sarebbe sembrato assolutamente ridicolo alla maggior parte delle persone nel mondo occidentale, ma gli eventi degli ultimi mesi hanno cambiato tutto. Ora, le Nazioni Unite avvertono apertamente che  potrebbero essere in arrivo carestie di “proporzioni bibliche” e il capo del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite ci sta dicendo che presto potremmo vedere 300.000 persone morire di fame letteralmente ogni giorno. Siccità da incubo, peste suina africana, COVID-19 ed eserciti di locuste in Africa delle dimensioni di grandi città si sono unite per creare una “tempesta perfetta” e le forniture alimentari globali stanno diventando più rigide ogni mese che passa.

Mentre le condizioni continuano a deteriorarsi, molti iniziano a chiedersi se alcuni passaggi profetici nella Bibbia stanno iniziando a concretizzarsi. Ad esempio, in Matteo 24: 7 Gesù ci ha espressamente avvertito che ci sarebbero state “carestie” nei giorni immediatamente precedenti il ​​suo ritorno …

Poiché la nazione sorgerà contro la nazione e il regno contro il regno: e ci saranno carestie, pestilenze e terremoti in luoghi diversi.

Possiamo anche trovare avvertimenti molto simili di Gesù nel capitolo 13 di Marco e nel capitolo 21 di Luca.

Quindi, se in realtà viviamo durante il periodo appena prima del ritorno di Gesù, dovremmo aspettarci di vedere emergere orribili carestie globali, e questo è esattamente ciò a cui stiamo assistendo in questo momento.

In Apocalisse 6: 8, ci viene detto che la “fame” alla fine sarà un fattore importante nella morte di gran parte della popolazione globale …

E io guardai e vidi un cavallo pallido: e il suo nome che sedeva su di lui era Morte, e l’Inferno lo seguì. E fu dato loro potere sulla quarta parte della terra, per uccidere con la spada, e con la fame, e con la morte e con le bestie della terra.

Ovviamente non siamo ancora a quel punto.

Ma stiamo iniziando a muoverci in quella direzione?

David Beasley è il direttore esecutivo del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite e ha recentemente affermato che stiamo andando direttamente verso “la peggiore crisi umanitaria dalla seconda guerra mondiale” . La fame sta rapidamente crescendo in tutto il mondo e crede che se un intervento drammatico non dovesse avvenire rapidamente, potremmo vedere un sorprendente bilancio delle vittime.

Secondo Beasley, potremmo presto vedere 300.000 persone in tutto il mondo morire di fame ogni giorno , e quella cifra non tiene nemmeno conto dell’effetto di questa pandemia di coronavirus …

“Se non riusciamo a raggiungere queste persone con l’assistenza salvavita di cui hanno bisogno, la nostra analisi mostra che 300.000 persone potrebbero morire di fame ogni giorno per un periodo di tre mesi”, ha affermato. “Ciò non include l’aumento della fame dovuto a COVID-19”.

Dato che la paura di COVID-19 ci spinge verso una recessione economica globale senza precedenti, quanto peggiorerà la nostra crisi alimentare globale in rapida crescita?

Ovviamente nel mondo occidentale stiamo molto meglio della maggior parte del resto del pianeta per ora. La carestia non è sicuramente una preoccupazione immediata per noi, ma grazie a COVID-19 stiamo lottando con una significativa carenza di cibo. Poiché le scorte di carne sono così ridotte, circa un quinto di tutti i ristoranti di Wendy  ha tolto gli hamburger dai loro menu . Quando l’ho letto per la prima volta, sono rimasto assolutamente sbalordito.

Ovviamente Wendy’s non è l’unico a occuparsi di filiere tese. Costco ha iniziato a limitare la quantità di carne che ogni cliente può acquistare e Tyson Foods ha annunciato che la sua capacità di macellare i maiali è diminuita  “di circa il 50 percento” . Time Magazine ci sta avvertendo che le carenze di carne  “potrebbero durare per mesi” e potrebbero allungarsi anche più a lungo se questa pandemia di coronavirus non inizia a diminuire.

Nel frattempo, gli agricoltori di tutta l’America vedono che il loro duro lavoro va sprecato perché le catene di approvvigionamento rotte hanno reso impossibile vendere ciò che hanno prodotto. Un esperto del settore sostiene in realtà che   “miliardi” di dollari di raccolti  sono andati sprecati a causa di questa crisi …

I raccolti piantati mesi prima sulla base della domanda pre-pandemica viziati senza acquirenti. Un valore di miliardi di dollari è andato sprecato, in gran parte ricondotto nel terreno, ha dichiarato Cathy Burns, CEO di Produce Marketing Assn., Che rappresenta le aziende produttrici.

Ho la sensazione che alla fine ci pentiremo moltissimo di aver sprecato così tanto buon cibo.

Purtroppo, la maggior parte del resto del mondo è in realtà in una forma molto peggiore di quella attuale.

Molto prima che arrivasse COVID-19, i modelli meteorologici pazzi stavano facendo il caos con i raccolti in tutto il mondo. Ad esempio, l’Australia è tradizionalmente un grande esportatore di grano verso il resto del mondo, ma la siccità senza precedenti ha costretto l’Australia  a iniziare a importare grano …

L’Australia, che ha effettuato un raro acquisto di grano canadese nella campagna in corso, dovrebbe continuare ad acquistare più grano nella campagna di commercializzazione 2019-2020 (ottobre-settembre), poiché le condizioni meteorologiche rimangono difficili negli stati chiave, affermano gli analisti di mercato.

La produzione di grano australiana è scesa del 45,6% a 17,3 milioni di tonnellate nella campagna di commercializzazione 2018-19 da un massimo record di 31,8 milioni di tonnellate nel 2016-17, a causa delle prolungate condizioni di siccità, mostrano i dati dell’Ufficio australiano di economia agricola e delle risorse. Ciò ha costretto il paese a importare grano per la prima volta in 12 anni.

Inoltre, un’altra piaga delle “proporzioni bibliche” sta uccidendo i maiali in numero senza precedenti.

Quando dico alla gente che la peste suina africana ha già ucciso metà dei maiali in Cina e un quarto di tutti i maiali in tutto il mondo, molte persone non mi credono.

Quindi lascia che ti dia una citazione che proviene direttamente da New Scientist …

Un quarto dei maiali domestici del mondo sono morti quest’anno a causa di un virus che si scatena nell’Eurasia e potrebbe essere solo l’inizio. Metà dei suini in Cina – che l’anno scorso erano 440 milioni, circa il 50% dei suini del mondo – sono morti di peste suina africana (ASF) o sono stati uccisi per eliminare il virus.

ASF viene dall’Africa orientale. Nel 2007, ha raggiunto la Georgia nel Caucaso con carne contaminata e cinghiale infetto. Ora, è in tutta la Russia e l’Europa orientale e il cinghiale infetto si è diffuso fino all’ovest come il Belgio. Si sta diffondendo anche nell’Asia orientale, uccidendo molti maiali in Vietnam e altrove.

E se non ci credi, fai una ricerca su Google e troverai innumerevoli fonti di notizie mainstream che ti raccontano esattamente gli stessi fatti.

In realtà questo sta accadendo e il bilancio delle vittime aumenta ogni giorno che passa.

Nel frattempo, una nuova generazione di eserciti di locuste che viene descritta come “20 volte più grande” dell’ultima generazione sta distruggendo innumerevoli fattorie in tutta l’Africa, il Medio Oriente e parti dell’Asia.

Ancor prima che COVID-19 diventasse la più grande crisi di salute pubblica per colpire il mondo da decenni, enormi sciami di locuste delle dimensioni delle grandi città stavano divorando raccolti in tutta l’Africa orientale, in tutto il Medio Oriente e persino in alcune parti dell’Asia. Ora è emersa una nuova generazione che i funzionari descrivono come “20 volte più grande” e la devastazione che questa nuova generazione di locuste sta causando è estremamente allarmante. Questi colossali sciami di locuste possono viaggiare fino a 90 miglia al giorno e, come vedrai di seguito, quando scendono su un campo possono letteralmente mangiare tutto lì in soli 30 secondi. Questa nuova generazione di locuste è stata avvistata fino a sud del Congo, fino a nord dell’Iran e fino a est dell’India. In altre parole, le scorte alimentari di miliardi di persone sono a rischio.

Mai prima d’ora abbiamo visto emergere così tante catastrofiche minacce alla fornitura alimentare globale.

Sembra che  “la tempesta perfetta” sia alle porte e prevedo che gli eventi globali continueranno ad accelerare nei prossimi mesi.

Naturalmente abbiamo ancora molta strada da fare prima di arrivare al tipo di carestie descritte nelle Scritture, ma sembra certamente che il palcoscenico sia pronto per una grave fame su scala globale.

Ma Gesù non ci ha avvertito di queste cose in modo da vivere nella paura. Dio sapeva tutto questo in anticipo, ha il controllo e ha un piano.

Sfortunatamente, la maggior parte del mondo non vuole avere nulla a che fare con il Dio della Bibbia o il Suo piano, e quindi dovranno affrontare ciò che verrà da soli.

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather
Voci da Twitter
Maggio: 2020
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031