Messaggi:
Devi essere Loggato per vedere i tuoi messaggi
Archivi
Accesso al sito
RACCOLTA FONDI

RACCOLTA FONDI
Donare significa
Liberare l’Informazione
Liberare la Cultura




 

Non esiste un singolo gene per il mancino:

sono coinvolte almeno 41 regioni del DNA

 

Credito: Pixabay / CC0 Public Domain

 

La maggior parte delle persone usa costantemente la stessa mano per svolgere attività che richiedono abilità e controllo come scrivere o infilare un ago. Sappiamo che la genetica gioca un ruolo importante nella mano che una persona preferisce, ma è stato difficile identificare i geni esatti responsabili.

Per saperne di più, abbiamo analizzato il DNA di oltre 1,7 milioni di persone e scoperto 41 regioni del genoma associate all’essere mancini e altre sette associate all’ambidestro.

Cosa rende le persone mancine?

Circa l’88% delle persone preferisce usare la mano destra per compiti complessi, circa il 10% preferisce la mano sinistra e l’altro 2% afferma di non avere preferenze e di poter usare entrambe le mani. La preferenza della mano si sviluppa così presto che può essere vista nell’utero .

La manualità tende a stabilizzarsi nel tempo in cui i bambini imparano a disegnare. In assenza di lesioni o allenamento rimane costante per tutta la vita. Le prove delle popolazioni umane storiche suggeriscono che è stato così per centinaia di migliaia di anni .

La ricerca che esamina i modelli di manualità nei gemelli e nelle famiglie mostra che la maggior parte della variazione è dovuta a fattori non genetici, come l’allenamento e l’ambiente in cui acquisiamo capacità motorie precoci. Tuttavia, la genetica gioca un ruolo significativo .

Non esiste un singolo gene per la manualità

Dalla metà degli anni ’80 più di 100 articoli di riviste hanno esplorato l’idea che un singolo gene possa influenzare la manualità. Queste teorie suggerivano che una variante del gene avrebbe spinto un individuo verso la mano destra, mentre la variante alternativa portava alla determinazione casuale della manualità.

Mentre ci sono state molte teorie che tentavano di spiegare le diverse caratteristiche umane tramite singoli geni, negli ultimi anni abbiamo scoperto che la realtà è spesso molto più complicata. Ricerche più recenti utilizzano studi di associazione genome-wide (GWAS) per cercare una relazione tra un tratto di interesse e il numero di copie di una variante genetica che qualcuno ha. Queste analisi vengono eseguite per milioni di varianti localizzate nel genoma.

Questi studi sull’intero genoma hanno dimostrato che quasi tutti i tratti umani sono influenzati da molte centinaia o migliaia di varianti genetiche. Spesso queste varianti si trovano tra geni il cui scopo non è chiaramente identificabile, in quello che era chiamato “DNA spazzatura”.

GWAS ha anche dimostrato che la maggior parte dei tratti sono influenzati da un gran numero di geni che contribuiscono ciascuno a un effetto molto piccolo, piuttosto che un singolo gene che ha un effetto ampio. Per tenere traccia di questi piccoli effetti, sono necessari ampi studi di collaborazione con molti partecipanti al fine di identificare le singole varianti genetiche coinvolte.

Cosa rivela GWAS sulla manualità

Nel 2009 abbiamo avviato un progetto che coinvolge ricercatori di tutto il mondo alla ricerca di varianti genetiche che influenzano la manualità utilizzando GWAS. Non abbiamo reclutato partecipanti in base alla loro manualità, quindi il numero di mancini era relativamente piccolo. Di conseguenza, solo di recente abbiamo raccolto abbastanza per intraprendere analisi approfondite.

Il nostro studio ha riunito analisi dei dati di 1.766.671 persone. Di queste persone, 194.198 erano mancini e 37.637 erano ambidestri. Abbiamo trovato 41 regioni del genoma associate al mancino e sette regioni associate all’ambidestro.

Molte delle regioni del genoma associate al mancino contenevano geni che codificano per le proteine ​​dei microtubuli. Queste proteine ​​svolgono un ruolo importante durante lo sviluppo nella migrazione dei neuroni e nella capacità del cervello di adattarsi ai cambiamenti nell’ambiente.

È interessante notare che i geni che influenzano altre asimmetrie nel corpo, come il lato del corpo su cui si trova il cuore , non erano associati alla manualità nel nostro studio.

Un altro risultato importante è stato che c’era poca sovrapposizione tra le regioni del genoma associate al mancino e quelle associate all’ambidestro. Ciò suggerisce che l’ambidestria è più complicata di quanto si pensasse in precedenza. I meccanismi che influenzano la direzione della preferenza della mano potrebbero essere diversi da quelli che influenzano il grado di preferenza della mano.

Questi risultati ci danno nuove piste promettenti, ma è necessario più lavoro per identificare ulteriori varianti genetiche che influenzano la manualità. C’è anche molta strada da fare prima di capire come queste varianti giocano un ruolo nel qualcuno che diventa destrorso, mancino o ambidestro.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Lascia un commento

Voci da Twitter
Settembre: 2020
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930