Messaggi:
Devi essere Loggato per vedere i tuoi messaggi
Archivi
Accesso al sito
RACCOLTA FONDI

RACCOLTA FONDI
Donare significa
Liberare l’Informazione
Liberare la Cultura




 

Gli anticorpi SARS-CoV-2 forniscono un’immunità duratura

Una delle domande più significative sul nuovo coronavirus è se le persone infette siano immuni dalla reinfezione e, in tal caso, per quanto tempo.

Per determinare la risposta, i ricercatori dell’Università dell’Arizona Health Sciences hanno studiato la produzione di anticorpi da un campione di quasi 6.000 persone e hanno scoperto che l’immunità persiste per almeno diversi mesi dopo essere stati infettati da SARS-CoV-2, il virus che causa COVID-19.

“Vediamo chiaramente la produzione di anticorpi di alta qualità da cinque a sette mesi dopo l’infezione da SARS-CoV-2”, ha detto Deepta Bhattacharya, Ph.D., professore associato, UArizona College of Medicine di Tucson, Dipartimento di Immunobiologia. “Molte preoccupazioni sono state espresse circa l’immunità contro COVID-19 non duratura. Abbiamo usato questo studio per indagare su questa domanda e abbiamo scoperto che l’immunità è stabile per almeno cinque mesi”.

Il documento risultante, “Orthogonal SARS-CoV-2 Serological Assays Enable Surveillance of Low Prevalence Community and Reveal Durable Humoral Immunity”, è stato pubblicato oggi sulla rivista Immunity . Il dottor Bhattacharya e Janko Nikolich-Zugich, MD, Ph.D., professore e capo del Dipartimento di Immunobiologia, hanno guidato il gruppo di ricerca.

Quando un virus infetta per la prima volta le cellule, il sistema immunitario impiega plasmacellule di breve durata che producono anticorpi per combattere immediatamente il virus. Questi anticorpi compaiono negli esami del sangue entro 14 giorni dall’infezione.

Il secondo stadio della risposta immunitaria è la creazione di plasmacellule a lunga vita, che producono anticorpi di alta qualità che forniscono un’immunità duratura. Drs. Bhattacharya e Nikolich-Zugich hanno monitorato i livelli di anticorpi per diversi mesi nelle persone risultate positive agli anticorpi SARS-CoV-2. Hanno scoperto che gli anticorpi SARS-CoV-2 sono presenti negli esami del sangue a livelli vitali per almeno 5-7 mesi, anche se credono che l’immunità duri molto più a lungo.

“Se gli anticorpi forniscano una protezione duratura contro SARS-CoV-2 è stata una delle domande più difficili a cui rispondere”, ha detto il vicepresidente senior di UArizona Health Sciences Michael D. Dake, MD, coautore dell’articolo. “Questa ricerca non solo ci ha dato la capacità di testare accuratamente gli anticorpi contro il COVID-19, ma ci ha anche fornito la consapevolezza che l’immunità duratura è una realtà”.

 

Studi precedenti estrapolavano la produzione di anticorpi dalle infezioni iniziali e suggerivano che i livelli di anticorpi diminuissero rapidamente dopo l’infezione, fornendo solo un’immunità a breve termine. Il dottor Bhattacharya ritiene che queste conclusioni si siano concentrate sulle plasmacellule di breve durata e non abbiano tenuto conto delle plasmacellule a lunga vita e degli anticorpi ad alta affinità che producono.

“Gli ultimi punti temporali che abbiamo monitorato negli individui infetti erano passati sette mesi, quindi questo è il periodo di tempo più lungo in cui possiamo confermare la durata dell’immunità”, ha detto il dott. “Detto questo, sappiamo che le persone che sono state infettate dal primo coronavirus SARS, che è il virus più simile a SARS-CoV-2, vedono ancora l’immunità 17 anni dopo l’infezione. Se SARS-CoV-2 è qualcosa di simile al primo uno, ci aspettiamo che gli anticorpi durino almeno due anni, e sarebbe improbabile per qualcosa di molto più breve “.

Lo studio è iniziato quando Drs. Nikolich-Zugich e Bhattacharya, entrambi membri dell’Istituto UArizona BIO5, hanno guidato un team di Scienze della salute dell’UArizona che ha sviluppato un esame del sangue per verificare la presenza di anticorpi SARS-CoV-2. Una partnership con lo stato ha portato a 5.882 volontari sottoposti a test anticorpali nella contea di Pima, in Arizona, a partire dal 30 aprile. Successivamente, gli sforzi di test sono stati estesi a tutto lo stato.

I ricercatori dell’Università dell’Arizona Heath Sciences hanno sviluppato uno dei più accurati test sugli anticorpi COVID-19 disponibili e ora hanno dimostrato che gli anticorpi persistono per mesi dopo l’infezione, fornendo un’immunità a lungo termine. Crediti: University of Arizona Health Sciences, Sarah Sher

Poiché gli anticorpi si attaccano ai virus in più di una posizione, il test UArizona Health Sciences è stato sviluppato impiegando due diverse parti del virus SARS-CoV-2: S1 e S2. La maggior parte dei test cerca anticorpi in S1, che include il dominio di legame del recettore in cui la proteina spike si lega a un recettore proteico per infettare le cellule. Il test UArizona Health Sciences analizza anche la regione S2 della proteina spike. Affinché il test sia positivo, devono essere presenti anticorpi in entrambe le posizioni.

“Quando abbiamo iniziato, il primo test che abbiamo sviluppato era accurato al 99% per misurare gli anticorpi in una parte del virus”, ha detto il dott. Nikolich-Zugich. “Abbiamo deciso di confermare, e si spera di migliorare, quel livello di accuratezza osservando un’altra parte del virus che rende gli anticorpi indipendenti dalla prima posizione. Abbiamo quindi convalidato il test, sapendo che alcune persone produrranno anticorpi in modo più coerente per una parte del virus rispetto agli altri. Abbiamo messo insieme i due test e solo le persone che mostrano la produzione di anticorpi per entrambe le parti del test risultano positive “.

La verifica scientifica dell’alto livello di accuratezza del test degli anticorpi di UArizona Health Sciences è l’altra scoperta evidenziata nel documento Immunity . Su 5.882 test completati, solo uno ha restituito un falso positivo, una percentuale inferiore allo 0,02%. Il test ha ricevuto l’autorizzazione per l’uso di emergenza della Food and Drug Administration degli Stati Uniti ad agosto.

Il dottor Nikolich-Zugich ha detto che il team ha ora testato quasi 30.000 persone. I test anticorpali sono ancora disponibili per chiunque in Arizona dai 18 anni in su in più sedi in tutto lo stato.

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Lascia un commento

Voci da Twitter
Ottobre: 2020
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031