Usa il pulsante e con una piccola donazione ricevi il Libro

Io Il Genio della Matematica

By clicking the button below, I agree with the Terms & Conditions.
















RACCOLTA FONDI

RACCOLTA FONDI
Donare significa
Liberare l’Informazione
Liberare la Cultura


I contenuti del sito sono apprezzati, condivisi e consultati con migliaia di lettori potenzialmente interessati alla vostra attività. Potete contattare il Team per inserire un vostro banner.  Quello che chiediamo è solo un contributo spese per il mantenimento del sito. CONTATTATECI

 

Il caldo estremo combinato e la siccità colpiranno il 90% della popolazione

Cambiamenti climatici, caldo e siccità

Credito: Pixabay/CC0 Dominio pubblico

Si prevede che oltre il 90% della popolazione mondiale affronterà maggiori rischi a causa degli effetti combinati del caldo estremo e della siccità, che potrebbero ampliare le disuguaglianze sociali e compromettere la capacità del mondo naturale di ridurre le emissioni di CO 2 nell’atmosfera, secondo uno studio di Scuola di geografia di Oxford.

Si prevede che il riscaldamento intensificherà questi rischi di dieci volte a livello globale sotto il percorso di emissione più elevato, afferma il rapporto, pubblicato su Nature Sustainability .

Sulla scia delle temperature record nel 2022, da Londra a Shanghai, si prevede un continuo aumento delle temperature in tutto il mondo. Se valutate insieme, le minacce collegate di calore e siccità rappresentano un rischio significativamente più elevato per la società e gli ecosistemi rispetto a quando entrambe le minacce sono considerate indipendentemente, secondo l’articolo del dottor Jiabo Yin, un ricercatore in visita presso l’Università di Wuhan e la professoressa di Oxford Louise Slater.

Queste minacce congiunte possono avere gravi ripercussioni socioeconomiche ed ecologiche che potrebbero aggravare le disuguaglianze sociali, poiché si prevede che avranno un impatto più grave sulle popolazioni più povere e sulle aree rurali.

Secondo la ricerca, “Si prevede che la frequenza dei pericoli di composizione estrema si intensificherà di dieci volte a livello globale a causa degli effetti combinati del riscaldamento e della diminuzione dello stoccaggio idrico terrestre , nello scenario di emissioni più elevato. Si prevede che oltre il 90% della popolazione mondiale e del PIL essere esposto a crescenti rischi di aggravamento nel clima futuro, anche nello scenario di emissioni più basse”.

Il dott. Yin afferma: “Utilizzando simulazioni da un modello di grandi dimensioni… e un nuovo set di dati sul bilancio del carbonio generato dall’apprendimento automatico, quantifichiamo la risposta della produttività dell’ecosistema ai fattori di stress termico e idrico su scala globale”.

Sostiene che questo mostra l’impatto devastante della minaccia composta sul mondo naturale e sulle economie internazionali. Dice che la disponibilità limitata di acqua colpirà la capacità dei “pozzi di carbonio” – regioni naturali ricche di biodiversità – di assorbire emissioni di carbonio ed emettere ossigeno.

Il professor Slater afferma: “Comprendere i rischi associati a una Terra che si riscalda è essenziale per l’attuazione degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite, in particolare l’SDG 13 che mira a combattere il cambiamento climatico e i suoi impatti. Combinando le dinamiche atmosferiche e l’idrologia, esploriamo il ruolo dei bilanci dell’acqua e dell’energia nel causare questi estremi”.

Maggiori informazioni: Jiabo Yin et al, Future socio-ecosystem productivity threatened by compound drought–heatwave events, Nature Sustainability (2023). DOI: 10.1038/s41893-022-01024-1

Lascia un commento