Usa il pulsante e con una piccola donazione ricevi il Libro

Io Il Genio della Matematica

By clicking the button below, I agree with the Terms & Conditions.
















RACCOLTA FONDI

RACCOLTA FONDI
Donare significa
Liberare l’Informazione
Liberare la Cultura


I contenuti del sito sono apprezzati, condivisi e consultati con migliaia di lettori potenzialmente interessati alla vostra attività. Potete contattare il Team per inserire un vostro banner.  Quello che chiediamo è solo un contributo spese per il mantenimento del sito. CONTATTATECI

 

Nuove linee guida per il trattamento dei pazienti con diabete e malattia renale cronica

 

Credito: Pixabay/CC0 Dominio pubblico

L’ultima linea guida di pratica clinica dell’organizzazione Kidney Disease: Improving Global Outcomes (KDIGO) offre consigli per il trattamento di pazienti con diabete e malattia renale cronica (CKD). Una sinossi pubblicata su Annals of Internal Medicine si concentra sulle raccomandazioni chiave relative alle seguenti questioni: assistenza completa, monitoraggio e obiettivi glicemici, interventi sullo stile di vita, terapie antiiperglicemiche e approcci educativi e integrati alla gestione.

L’aggiornamento delle linee guida KDIGO si basa su ricerche bibliografiche condotte l’ultima volta nel dicembre 2021, limitando le ricerche solo a studi controllati randomizzati e aggiornando queste ricerche nel febbraio 2022 al momento della revisione pubblica. I metodi di sintesi delle prove e di meta-analisi intrapresi per la KDIGO 2020 Clinical Practice Guideline for Diabetes Management in Chronic Kidney Disease sono stati seguiti per l’aggiornamento della linea guida 2022.

Gli autori del gruppo di lavoro KDIGO hanno riassunto l’aggiornamento della linea guida per facilitarne la consultazione nella pratica clinica. L’aggiornamento consiglia:

  • un approccio stratificato alla cura, a partire da una base di interventi sullo stile di vita e farmacoterapia di prima linea dimostrata per migliorare i risultati clinici;
  • l’introduzione seriale di farmaci che migliorano l’emodinamica intrarenale (come inibitori RAS, inibitori SGLT2, MRA, diuretici e altri farmaci antipertensivi);
  • che gli operatori sanitari dovrebbero concentrarsi sulla conservazione della funzione renale e sul mantenimento del benessere piuttosto che sulla sostituzione della funzione renale ; e
  • che i responsabili politici e i decisori istituzionali implementino un’assistenza integrata e basata sul team incentrata sulla valutazione del rischio e sull’empowerment del paziente per fornire un’assistenza completa ai pazienti con diabete e CKD.

More information: Diabetes Management in Chronic Kidney Disease: Synopsis of the KDIGO 2022 Clinical Practice Guideline Update, Annals of Internal Medicine (2023). DOI: 10.7326/M22-2904

Editorial: www.acpjournals.org/doi/10.7326/M22-3635

Lascia un commento