Messaggi:
Devi essere Loggato per vedere i tuoi messaggi
Archivi
Accesso al sito
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Il numero di casi di coronavirus è appena esploso

e molti temono che il peggio debba ancora venire

Proprio mentre i principali media stavano iniziando a ipotizzare che la Cina potesse tenere sotto controllo questo focolaio, un drammatico aumento dei numeri ha cambiato tutto. All’improvviso le persone vanno di nuovo impazzendo, i mercati finanziari globali si stanno diffondendo dappertutto e gli esperti medici di tutto il mondo stanno facendo audaci dichiarazioni di sventura. Mercoledì, la provincia di Hubei ha riportato 14.840 nuove infezioni e 242 morti in più per questo virus. Ma il più grande motivo per cui c’è stato un tale salto nei numeri è perché è stata presa la decisione di riclassificare i pazienti che erano stati “diagnosticati clinicamente” ma fino ad ora non erano stati considerati “casi confermati”. Quanto segue proviene da CNBC …

La provincia cinese di Hubei ha riportato ulteriori 242 decessi e 14.840 nuovi casi al 12 febbraio – un forte aumento rispetto al giorno precedente. La provincia ha affermato che sta iniziando a includere casi “diagnosticati clinicamente” nelle sue cifre e che 13.332 dei nuovi casi rientrano in quella classificazione.

Il governo ha dichiarato che un totale di 1.310 persone sono morte nella provincia e che 48.206 persone sono state contagiate nella regione.

Quindi questo non è stato un grande cambiamento come molti lo stanno immaginando.

Quello che segue è ciò che la provincia di Hubei sta dicendo sulla decisione di riclassificare i pazienti …

Con l’approfondimento della comprensione della nuova polmonite da coronavirus e l’accumulo di esperienza nella diagnosi e nel trattamento, in considerazione delle caratteristiche dell’epidemia nella provincia di Hubei, l’Ufficio Generale della Commissione Nazionale per la Salute e la Salute e l’Ufficio dell’Amministrazione statale della tradizione La medicina cinese ha pubblicato il “Piano di diagnosi e trattamento per la polmonite infetta da nuovo coronavirus (prova (versione) ” aggiunge “diagnosi clinica” alla classificazione della diagnosi del caso nella provincia di Hubei, in modo che i pazienti possano ricevere il trattamento standardizzato secondo i casi confermati il ​​prima possibile migliorare ulteriormente il tasso di successo del trattamento.

Secondo il piano, la provincia di Hubei ha recentemente condotto indagini su casi sospetti e rivisto i risultati della diagnosi e ai pazienti di nuova diagnosi sono stati diagnosticati in base alla nuova classificazione di diagnosi. Per essere coerente con la classificazione della diagnosi dei casi emessa da altre province in tutto il paese, a partire da oggi, la provincia di Hubei includerà il numero di casi diagnosticati clinicamente nel numero di casi confermati per la pubblicazione.

Complessivamente, ora ci sono 59.805 casi confermati all’interno della Cina e il bilancio delle vittime ha ormai superato i 1.300 marchi.

Ma quelli non sono i numeri più importanti.

Per me, è molto più importante guardare cosa succede al numero di casi nel resto del mondo. In definitiva, ciò determinerà se questa diventa una vera pandemia globale o meno.

Una settimana fa, ci sono stati 227 casi confermati al di fuori della Cina, e ora ci sono 524. Nel corso di circa una settimana abbiamo visto quel numero più del doppio, e questo è sicuramente molto preoccupante.

E continuiamo a ricevere prove più aneddotiche che la situazione all’interno della Cina è molto più terribile di quanto ammettano i funzionari governativi.

Ad esempio, il governo cinese ha incoraggiato molte aziende a chiudere per riaprire il virus in modo che l’economia possa ricominciare a canticchiare, ma sembra che potrebbe essere stato un grosso errore. Nella città di Suzhou, un caso confermato è stato scoperto subito dopo che una società ha riaperto le porte e ciò ha comportato l’ immediata messa in quarantena di 200 dipendenti.

Questo virus è completamente e totalmente fuori controllo in Cina in questo momento, e qualsiasi tentativo di “tornare alla normalità” troppo rapidamente peggiorerà le cose.

Il pio desiderio non risolverà nulla. È diventato estremamente evidente che questo virus può essere trasmesso da persona a persona con estrema facilità e che i cinesi devono accontentarsi di una battaglia molto lunga con questo virus.

A questo punto, questo virus si sta diffondendo molto rapidamente anche tra la polizia e i militari …

Un membro del personale del Central Theater General Hospital (Hankou Hospital) di Wuhan ha confermato che i poliziotti armati sono stati ricoverati in ospedale.

Tra questi, 1.500 soldati cinesi e 1.000 poliziotti armati vengono messi in quarantena e il Centro informazioni sui diritti umani e la democrazia della Cina, con sede a Hong Kong, ha riferito il 10 febbraio che a 10 soldati del PCC e 15 poliziotti armati è stato diagnosticato il nuovo virus nella provincia di Hubei .

L’ospedale cinese del General People’s Liberation Army (Hainan) di Sanya si prepara a testare 3.000 persone per nuovi campioni di polmonite virale.

300 poliziotti armati sono stati isolati in un luogo di addestramento del Corpo provinciale della polizia armata di Hubei.

Un’epidemia è emersa nella Marina cinese. Dopo che un militare della Marine Submarine Force a Sanya, Hainan, è stato diagnosticato Covid-19, 300 marinai sono stati isolati e i programmi di addestramento sui sottomarini nucleari , programmati per iniziare questo mese, sono stati sospesi.

Mentre questa crisi continua a intensificarsi, gli esperti di tutto il pianeta temono il peggio. Neil Ferguson dell’Imperial College di Londra afferma che il tasso di mortalità tra coloro che hanno il virus a Wuhan potrebbe arrivare fino al 18 percento , e l’epidemiologo di Hong Kong Gabriel Leung sta avvertendo che la maggior parte della popolazione del globo potrebbe finire per essere infettata se non viene intrapresa alcuna azione drammatica.

Ma altri professionisti medici ritengono che questo focolaio inizierà a svanire quando arriverà un clima più caldo. Speriamo che siano corretti, ma la dott.ssa Nancy Messionnier afferma che è ancora troppo presto per fare questo tipo di ipotesi …

La dott.ssa Nancy Messionnier dei Centers for Disease Control and Prevention suona una nota simile quando si tratta di prevedere un rallentamento dei casi con tempo più caldo. “Penso che sia prematuro assumerlo”, ha detto durante una telefonata con i giornalisti mercoledì. “Non abbiamo passato nemmeno un anno con questo patogeno.”

Vedremo cosa accadrà. Ma anche se questo focolaio si attenua quando il clima è caldo, potrebbe ancora riaccendersi in modo massiccio una volta arrivato il prossimo inverno.

In effetti, molti esperti ritengono che ora avremo a che fare con questo coronavirus anno dopo anno per il prossimo futuro.

Speriamo che non sia vero, ma senza dubbio il nostro mondo sta diventando un po ‘più folle ogni giorno che passa .

Sembra che una crisi dopo l’altra continui a spuntare, e quasi sicuramente ci saranno sfide più grandi che dovremo affrontare nei prossimi mesi.

Per il momento, questo focolaio di coronavirus è al centro della scena e il numero sta peggiorando significativamente ogni 24 ore.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather
Voci da Twitter