Messaggi:
Devi essere Loggato per vedere i tuoi messaggi
Archivi
Accesso al sito
RACCOLTA FONDI

RACCOLTA FONDI
Donare significa
Liberare l’Informazione
Liberare la Cultura


 

Dai voce alla tua attività ! Contattaci

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Gli astronauti sono esperti in isolamento: ecco cosa possono insegnarci

Terra dalla ISS. Credito: NASA, CC BY

Essere costretti all’isolamento e alla reclusione crea una serie di richieste potenzialmente stressanti . Tuttavia, potremmo essere in grado di imparare una o due cose su come affrontare queste richieste, da persone che scelgono una vita in tali contesti .

Nonostante l’immagine glorificata di essere un astronauta, l’isolamento e il confinamento rimangono una sfida per i marinai stellari che vivono sopra di noi. Le richieste associate all’isolamento e al confinamento sono note come un rischio rosso per i voli spaziali umani di lunga durata , il che significa che hanno la più alta “probabilità di accadimento e gravità del loro impatto sulla salute umana , sulle prestazioni in missione e sulla qualità della vita a lungo termine”.

Gli astronauti sanno che scegliendo di volare nello spazio, dovranno vivere, lavorare e giocare in condizioni isolate e ristrette. Chiaramente, essere un astronauta ben addestrato che vola nello spazio è diverso dall’essere spinto in un altro blocco legato alla pandemia. Tuttavia, invece di banalizzare ciò che stiamo attraversando, possiamo guardare alle esperienze degli astronauti per suggerimenti per migliorare la nostra situazione.

Come reagiscono gli astronauti

Durante la pandemia di coronavirus, gli astronauti hanno condiviso le loro esperienze su come affrontano la vita nello spazio. Peggy Whitson , Scott Kelly e Chris Hadfield hanno parlato dell’importanza dell’esercizio e della valorizzazione del tempo trascorso nella natura, anche se in un ambiente virtuale. Hanno sottolineato il tentativo di trovare uno scopo in ciò che si sta vivendo e in ciò che si sta facendo, dedicando tempo alle risate e al divertimento e investendo tempo e sforzi nelle relazioni sociali.

L’astronauta britannico Tim Peake ha parlato dell’importanza della struttura e della routine, mentre altri astronauti dell’Agenzia spaziale europea si sono riferiti a intraprendere azioni correttive tempestive se la salute, il benessere e le relazioni sociali stanno iniziando a deteriorarsi. Questo consiglio è in linea con i risultati del lavoro di ricerca su come affrontare la vita in isolamento e reclusione che io e colleghi abbiamo svolto negli ultimi anni.

Autogestione

La Stazione Spaziale Internazionale ha un proprio modello di comportamento umano e di prestazione ( modello ISS HBP). Prima di volare nello spazio, gli astronauti vengono addestrati in questo quadro per garantire che possano lavorare efficacemente come parte di un equipaggio interdipendente. Uno dei capisaldi del modello HBP dell’ISS è la cura di sé e l’autogestione. Per gli astronauti, essere in grado di monitorare, regolare e prendersi cura del proprio comportamento, salute e prestazioni è fondamentale, ma richiede attenzione e consapevolezza.

Questo è in parte il motivo per cui abilità come la consapevolezza, la meditazione ed esercizi simili come lo yoga e il Tai Chi sono state identificate come possibili contromisure per la salute dello spazio, per alleviare l’impatto sulla salute dell’essere nello spazio.

Tenere un diario e scrivere le cose fornisce anche un modo per riflettere sulle fonti di stress. I dati provenienti da dispositivi indossabili, o anche da uno smartphone, offrono una visione dettagliata di come stiamo funzionando che può abilitare le nostre capacità di auto-cura .

Dotato di questa conoscenza, è possibile rispondere in modo flessibile e adattabile per ridurre lo stress prima che diventi un problema più grande. Inoltre, gli astronauti hanno parlato dell’utilizzo di vari metodi per affrontare lo stress, dagli esercizi di rilassamento e respirazione alle abilità mentali come la riformulazione positiva, le immagini, il dialogo interiore e la definizione degli obiettivi .

Battere la monotonia

Una delle principali sfide del blocco, e qualcosa che si sente ugualmente in ambienti estremi come lo spazio, è la monotonia. Anche se questo può sembrare ovvio, spezzare il tempo e concentrarsi sul breve termine può essere una strategia utile.

Gli astronauti parlano regolarmente di festeggiamenti, e in particolare di trascorrere del tempo insieme davanti al cibo, come un modo per rendere più interessante il loro tempo nello spazio. Altri hanno suggerito di cercare nuovi hobby o di fare le cose che avresti sempre voluto fare ma non ne hai avuto il tempo . Potrebbe essere qualcosa di intellettuale, artistico o qualcosa di più spensierato, come giocare. Quest’ultimo è probabilmente più probabile se hai bambini da intrattenere, come me.

Conflitto

Durante il blocco, siamo molto vicini alle persone con cui siamo confinati, ma sperimentiamo un’estrema separazione da altri familiari e amici. Questo può creare una serie di sfide.

In alcuni dei nostri lavori recenti, abbiamo esaminato la questione della comunicazione e del conflitto nelle squadre sulla ISS. Le persone che abbiamo intervistato hanno parlato di non lasciare che le tensioni raggiungano il punto di ebollizione ed evitare di “soffiare sul fuoco” quando qualcun altro è frustrato. Hanno sottolineato l’importanza di essere in grado di sollevare problemi con calma e sensibilità e assicurarsi di scegliere il momento giusto per farlo.

Se le tensioni hanno portato a qualche tipo di discussione, di solito l’equipaggio lascia passare un po ‘di tempo. Dopo che le persone hanno avuto un po ‘di tempo per pensare a ciò che è accaduto, possono discuterne e risolverlo con calma.

Come la tecnologia può aiutare

Gli strumenti digitali possono fornirci un sistema per mantenere un qualche tipo di connessione sociale con le persone da cui siamo separati. Nello spazio , gli astronauti organizzano conferenze familiari private per parlare regolarmente con i propri cari.

Una delle sfide con il potenziale per l’accesso virtuale, tuttavia, è la necessità di gestire le aspettative. Se stai organizzando chiamate regolari con la famiglia, valuta la possibilità di porre dei limiti a quando, con quale frequenza e cosa dovresti aspettarti.

Infine, i pacchetti di assistenza ricevuti sulla ISS sono un grande stimolo morale e qualcosa che gli astronauti aspettano con impazienza. Se sai che qualcuno da qualche parte sta passando un brutto periodo , pensa di inviare un piccolo pacchetto di cure a sorpresa per posta. Questo può avere un tremendo effetto psicologico.

Nel complesso, essere isolati e rinchiusi in un blocco è un’esperienza impegnativa per molte persone. Ma guardando un contesto in cui l’isolamento e la reclusione sono la norma, potremmo essere in grado di imparare come rendere l’esperienza un po ‘più tollerabile.

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather
Voci da Twitter