Archivi

Usa il pulsante e con una piccola donazione ricevi il Libro

Io Il Genio della Matematica

By clicking the button below, I agree with the Terms & Conditions.
















RACCOLTA FONDI

RACCOLTA FONDI
Donare significa
Liberare l’Informazione
Liberare la Cultura


I contenuti del sito sono apprezzati, condivisi e consultati con migliaia di lettori potenzialmente interessati alla vostra attività. Potete contattare il Team per inserire un vostro banner.  Quello che chiediamo è solo un contributo spese per il mantenimento del sito. CONTATTATECI

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

La Russia afferma che il vaccino Sputnik V non causa coaguli di sangue

Credito: dominio pubblico Unsplash / CC0

Lo sviluppatore del vaccino contro il coronavirus Sputnik V della Russia ha detto mercoledì che il vaccino non ha causato coaguli di sangue, un potenziale effetto collaterale che ha interrotto le implementazioni in diversi paesi occidentali.

Gli Stati Uniti hanno raccomandato di sospendere il lancio del vaccino Johnson & Johnson dopo che una persona su quasi sette milioni di americani è morta a causa di un raro tipo di coagulo nel cervello dopo l’inoculazione.

Mercoledì la Danimarca è diventata il primo paese in Europa a sospendere l’uso del jab AstraZeneca dopo le segnalazioni di casi rari ma gravi di coaguli di sangue tra quelli che avevano ricevuto il vaccino.

Come i vaccini Johnson & Johnson e AstraZeneca, il jab Sputnik V russo utilizza ceppi adattati dell’adenovirus che causa il comune raffreddore.

Mercoledì, l’istituto di ricerca statale Gamaleya, che ha sviluppato il vaccino Sputnik V, ha affermato che non vi era alcun rischio di coaguli di macchie dal suo colpo.

“Un’analisi completa degli eventi avversi durante gli studi clinici e nel corso delle vaccinazioni di massa con il vaccino Sputnik V ha mostrato che non ci sono stati casi di trombosi del seno venoso cerebrale”, si legge in una nota.

La registrazione dello Sputnik da parte della Russia nell’agosto dello scorso anno ha suscitato critiche sia in patria che all’estero sulla procedura accelerata, ma un’importante rivista medica ha affermato che quest’anno era sicura ed altamente efficace.

Il vaccino è stato registrato per l’uso in dozzine di paesi.

L’istituto Gamaleya si è detto “pronto a condividere la sua tecnologia di purificazione con altri produttori di vaccini per aiutarli a ridurre al minimo il rischio di effetti avversi durante la vaccinazione”.

Il presidente Vladimir Putin ha detto mercoledì di aver ricevuto la seconda dose di un vaccino contro il coronavirus e ha incoraggiato i russi a seguire il suo esempio.

Non ha detto quale dei tre vaccini russi – EpicVacCorona e CoviVac oltre allo Sputnik V – ha ricevuto.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather
Voci da Twitter

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email a info@thesolver.it e saranno immediatamente rimossi.