Archivi

Usa il pulsante e con una piccola donazione ricevi il Libro

Io Il Genio della Matematica

By clicking the button below, I agree with the Terms & Conditions.
















RACCOLTA FONDI

RACCOLTA FONDI
Donare significa
Liberare l’Informazione
Liberare la Cultura


I contenuti del sito sono apprezzati, condivisi e consultati con migliaia di lettori potenzialmente interessati alla vostra attività. Potete contattare il Team per inserire un vostro banner.  Quello che chiediamo è solo un contributo spese per il mantenimento del sito. CONTATTATECI

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

L’aumento dell’uso del suolo tropicale sta interrompendo il ciclo del carbonio

Credito: Unsplash

Uno studio internazionale condotto da ricercatori dell’Università di Lund in Svezia mostra che il rapido aumento dell’uso del suolo nelle aree tropicali del mondo sta influenzando il ciclo globale del carbonio più di quanto si sapesse in precedenza. Studiando i dati di un nuovo sistema di imaging satellitare, i ricercatori hanno anche scoperto che la biomassa nelle foreste tropicali sta diminuendo.

La vegetazione svolge una funzione molto importante nel ciclo del carbonio , assorbendo il 30 per cento delle emissioni di anidride carbonica umana e quindi mitigando gli effetti del cambiamento climatico. Ma a causa della deforestazione, la quantità di anidride carbonica nell’atmosfera è in aumento. Un nuovo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Nature Ecology & Evolution , mostra che l’intensificarsi dell’uso del suolo nelle aree tropicali del mondo sta facendo sì che le foreste, ad esempio, in Amazzonia e nel sud-est asiatico, contribuiscano molto meno all’assorbimento di anidride carbonica rispetto a prima. conosciuto.

“Il cambiamento climatico sta interessando tutti noi e con questo studio abbiamo aumentato la nostra comprensione dell’impatto dell’uso del suolo sul ciclo globale del carbonio”, afferma Torbern Tagesson, ricercatore di geografia fisica presso l’Università di Lund che ha condotto lo studio.

Combinando un nuovo set di dati satellitare con modelli di vegetazione dinamici, i ricercatori hanno ottenuto informazioni dettagliate sulla quantità di anidride carbonica assorbita dai diversi ecosistemi in tutto il mondo. Lo studio, che copre il periodo tra il 1992 e il 2015, si concentra sulle foreste tropicali e boreali (foreste di conifere nell’emisfero settentrionale).

“Poiché abbiamo verificato le nostre stime con altri dati satellitari , ora possiamo affermare con certezza che le foreste boreali contribuiscono maggiormente all’assorbimento di anidride carbonica e le foreste tropicali contribuiscono meno. Studi precedenti non hanno mostrato lo stesso declino per le foreste tropicali”, afferma Torbern Tagesson.

I risultati forniscono una visione più approfondita dell’impatto dell’uso del suolo sul ciclo globale del carbonio , ma anche una maggiore comprensione dei processi che influenzano l’assorbimento di anidride carbonica dalla vegetazione.

“Questa conoscenza è essenziale per noi per essere in grado di prevedere gli effetti del cambiamento climatico presente e futuro e quindi anche altamente rilevante per la politica in materia di cambiamento climatico “, conclude Torbern Tagesson.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather
Voci da Twitter

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email a info@thesolver.it e saranno immediatamente rimossi.