Messaggi:
Devi essere Loggato per vedere i tuoi messaggi
Archivi
Accesso al sito
RACCOLTA FONDI

RACCOLTA FONDI
Donare significa
Liberare l’Informazione
Liberare la Cultura


 

Dai voce alla tua attività ! Contattaci

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather

Uno studio dimostra che la luce solare è collegata a meno decessi per COVID-19

Credito: dominio pubblico CC0

Le aree più soleggiate sono associate a un minor numero di morti per Covid-19. Lo suggerisce uno studio osservazionale.

Una maggiore esposizione ai raggi solari, in particolare ai raggi UVA, potrebbe agire come un semplice intervento di salute pubblica se ulteriori ricerche stabilissero che provoca una riduzione dei tassi di mortalità come dicono gli esperti.

I ricercatori dell’Università di Edimburgo hanno confrontato tutte le morti registrate da Covid-19 negli Stati Uniti continentali da gennaio ad aprile 2020 con i livelli di UV per 2.474 contee degli Stati Uniti per lo stesso periodo di tempo.

Lo studio ha rilevato che le persone che vivono in aree con il più alto livello di esposizione ai raggi UVA, che costituiscono il 95% della luce UV del sole, avevano un rischio inferiore di morire a causa del Covid-19 rispetto a quelle con livelli inferiori. L’analisi è stata ripetuta in Inghilterra e in Italia con gli stessi risultati.

I ricercatori hanno preso in considerazione fattori noti per essere associati a una maggiore esposizione al virus e al rischio di morte come età, etnia, stato socioeconomico , densità della popolazione, inquinamento atmosferico, temperatura e livelli di infezione nelle aree locali.

La riduzione osservata del rischio di morte da Covid-19 non può essere spiegata da livelli più elevati di vitamina D, hanno detto gli esperti. Nello studio sono state incluse solo le aree con livelli di UVB insufficienti per produrre una significativa vitamina D nel corpo.

Una spiegazione per il numero inferiore di morti, che i ricercatori stanno seguendo, è che l’esposizione alla luce solare fa sì che la pelle rilasci ossido nitrico. Ciò potrebbe ridurre la capacità del Coronavirus2 della SARS, la causa del Covid-19, di replicarsi, come è stato riscontrato in alcuni studi di laboratorio.

Precedenti ricerche dello stesso gruppo hanno dimostrato che una maggiore esposizione alla luce solare è collegata a una migliore salute cardiovascolare, con una pressione sanguigna più bassa e un minor numero di attacchi di cuore. Poiché le malattie cardiache sono un noto fattore di rischio di morte per Covid-19, questo potrebbe anche spiegare le ultime scoperte.

Il team afferma che a causa della natura osservativa dello studio non è possibile stabilire causa ed effetto. Tuttavia, può portare a interventi che potrebbero essere testati come potenziali trattamenti.

L’articolo è stato pubblicato sul British Journal of Dermatology .

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather
Voci da Twitter